E IL CERCO SI CHIUDE

Era ancora lì.

Si era appena tastato meccanicamente lo sterno, con un tic involontario che ripeteva sempre nei momenti di nervosismo per accertarsi che il ciondolo fosse sempre al suo posto.

Era un penny inglese degli anni ’30 e apparteneva alla collezione numismatica del nonno.
Chissà dov’erano finite le altre monete, pensò.
Probabilmente in eredità a un vecchio zio, che le aveva accettate a malincuore come parte del pacchetto puntando a qualcosa di più sostanzioso.
Pazienza. A lui era rimasto l’unico pezzo del quale il proprietario fosse davvero orgoglioso. Continua a leggere

Annunci