QUANTO VUOI?

“Cerchi compagnia?”, ripeto come un mantra annoiato all’ennesimo potenziale cliente adescato tra un cocktail e l’altro.

“Dipende”, replicano di solito. Certo, avidi porci schifosi.
Dipende dalle condizioni che vi farò, da che altro?

Anche il calvo viscido incravattato che ho davanti mi risponde così, mentre ripone nella valigetta un tablet con una cronologia web così zozza che immagino farebbe impallidire dalla vergogna quella di un quindicenne alle prime turbe onanistiche. Continua a leggere