MATCH POINT

Primo set
Zero-Quindici.
ImmagineSi comincia male, signori. Servizio acerbo e insicuro, facile preda di una risposta vincente.
L’età zero-quindici è tra le più problematiche, lo sappiamo.
Il nostro paga il prezzo dell’immaturità: non ha ancora piena consapevolezza della superficie su cui sta giocando e non ha familiarità con il tipo di rimbalzo. Si getta a rete con l’incoscienza di un bambino, lasciandosi trafiggere da un siluro dietro l’altro all’incrocio delle righe. Continua a leggere

Annunci

IL CARICATURISTA

Lo avrebbero definito un “carica-turista”, ma lui i turisti non amava aggredirli: li aspettava placido e paziente. Il suo traballante cavalletto scalcinato detestava la folla sguaiata di Place du Tertre, la celeberrima piazzetta dei pittori di Montmartre a Parigi che ospitava poco lontano il vocio festante di visitatori provenienti da ogni angolo del globo. Continua a leggere

CALUNNIA

Dicono che io sia un terribile cazzone.
L’ho sentito da una voce “dick orrido, io”.

Li vedo lì tutti in circolo a passarsi la pipa.
Il fumo del pettegolezzo è di ottima qualità: si autoalimenta e cambia sapore e consistenza girando di mano in mano.
Nasce come lieve alone di sospetto ed è fumus persecutionis già dopo qualche tiro.
Si espande come una nuvola di smog che annebbia e inquina la tua reputazione. Continua a leggere

FIL ROUGE

L’inquietante bimbo albino dagli occhi di ghiaccio recitò impassibile:
“Hai un minuto da … ora”.

ImmagineCinquantanove. Cinquantotto. Cinquantasette.
Il timer collegato ai due detonatori scandiva inesorabile la sua corsa verso lo zero cosmico, il Big Bang che avrebbe cambiato per sempre il corso della sua esistenza. Continua a leggere

PER NON SENTIRSI SOLI

Entrò nella sua vita in un afoso pomeriggio di luglio.
Viveva da qualche settimana nei paraggi, ma non l’aveva mai degnata di attenzione: era una di quelle vicine di casa insulse che ogni tanto incroci alla finestra, ma di cui in realtà ignori bellamente l’esistenza. Continua a leggere